0%

TRA LE ROSE DI ROCCAPORENA: PELLEGRINI NEL PRIMO FINE SETTIMANA DI MAGGIO

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Sotto un sole splendente che con il suo calore permette alle timide gemme di aprirsi è iniziato a Roccaporena il mese, dedicato a Maria Santissima, il fiore più bello dopo Gesù nel giardino del creato.

Per noi devoti di Santa Rita il mese di maggio è particolarmente legato anche a questa Santa  che fu accolta in cielo proprio il 22 maggio del 1457, tra il suono festoso delle campane.

È indubbiamente anche per questo che i primi giorni del mese di maggio sono stati segnati da un afflusso vario e ricco di pellegrini: i piccoli atleti giunti qui con le loro famiglie per il torneo di calcio Umbria Cup 2015 e poi saliti gioiosamente allo Scoglio con una rosa in mano, da offrire simbolicamente alla Santa; i giovani cresimandi di Arrone (TR) e del Sacro Cuore di Spoleto (PG) che hanno trascorso un giorno intero di ritiro, insieme con i rispettivi parroci, in preparazione al Sacramento della Confermazione e che, nel pomeriggio del 1° maggio, hanno avuto un incontro mons. Renato Boccardo arcivescovo di Spoleto-Norcia. Un gruppo di Nizza ha trascorso alcuni gironi di ritiro a Roccaporena, concludendo il soggiorno con la Via Lucis. Ancora, folti gruppi provenienti da varie parti d’Italia: Vittorio Veneto (TV), Treviso, Como,  Brindisi, Pesaro, Lanciano (CH) e Foggia, solo per citarne alcuni. Sabato 2 maggio, con alcuni pellegrini di Vittorio Veneto (TV), Treviso, Como e Bari abbiamo celebrato alle 21.00 il Rosario meditato sui luoghi dove è trascorsa la vita di Santa Rita. «È stata un’esperienza molto bella», testimonia Costantina da Vittorio Veneto. «Sono molto contenta – prosegue – di essere venuta e di aver partecipato con mio marito e alcuni amici».

«Vivo – racconta Elisa da Como – un‘esperienza molto simile a Santa Rita: ho perso un figlio e mio marito; solo la fede mi aiuta e chiedo alla Santa di continuare a sostenermi».

Così il pellegrinaggio a Roccaporena, sui luoghi dove Rita è nata ed ha trascorso la sua vita di giovane, di sposa, di madre, di vedova…,dona a molti devoti, tra petali di rose, preghiere, canti e lacrime, il sostegno e la forza per continuare il cammino nella fede in Cristo Gesù e nella sua e nostra  madre Maria.

Suor Stella Lepore

Recita rosario Pellegrini da Lanciano (CH) Pellegrini in preghiera per le vie di Roccaporena Pellegrini da Brindisi Recita rosario 1 Pellegrini da Nizza

Archivi