0%

La Casa natale

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Gli atti del processo di beatificazione non forniscono dati certi circa la casa in cui Rita venne alla luce. Il Cardinale Fausto Poli (nato ad Usigni, Poggiodomo, uomo di fiducia di Papa Urbano VIII) quando decise di istituire a Roccaporena un luogo di culto pubblico in cui fosse venerata Rita, fece riadattare a cappella la casa maritale, segno evidente che quella natale non esisteva più, forse distrutta dal sisma del 1599. Il primo a fare menzione della «casa dove nacque la Beata» fu padre Nicola Simonetti da Maltignano, uno dei primi biografi della Santa. Questi, nel 1697, dopo aver visto quella maritale trasformata in cappella, individuò la casa natale, che manteneva l’antico nome di “casa dei Mancini”.

VIDEO: LA CASA NATALE

The acts of the beatification process do not furnish specific details concerning the house where Rita was born. The first to mention the «House where the Blessed was born» was Father Nicola Simonetti from Maltignano, one of the first biographers of the Saint.
Les actes du procès de béatification de Rita ne donnent aucune certitude quant à la maison dans laquelle elle vit le jour. Le premier à faire mention de la «maison où naquit la Bienheureuse» fut le père Nicolas Simonetti de Maltignano, un des premiers biographes de la Sainte.

Archivi