0%

La casa maritale

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Qui Rita visse dall’anno del matrimonio fino al giorno in cui fu ammessa a vestire l’abito dell’Ordine di S. Agostino. Nella generale devastazione provocata dal terremoto del 1599, che rase al suolo Roccaporena, questa casa rimase illesa. I giudici che parteciparono al processo di beatificazione, nel 1626, raccolsero testimonianze chiare e univoche concernenti questa abitazione, appartenuta alla famiglia del marito di Rita. Il Cardinale Fausto Poli, che ne perorò presso Papa Urbano VIII la Causa di beatificazione, finanziò con cinquecento scudi la trasformazione del piccolo edificio in cappella aperta al pubblico culto (20 ottobre 1629).
All’interno è conservato il celebre dipinto che raffigura Rita nell’atto di ricevere la spina; risale alla metà del Seicento e fu commissionato dal Cardinale Poli – il cui stemma compare nella tela – al pittore napoletano Luca Giordano.

VIDEO: LA CASA MARITALE

Rita moved here after her matrimony to Paolo Mancini and she lived here until the day she was allowed to receive the habit in the Order of St. Augustine. Inside there is the famous painting that depicts Rita at the moment when she receives the thorn; it dates back to the middle of the seventeenth century and was commissioned to the painter Luca Giordano by Cardinal Fausto Poli of Usigni.
C’est dans cette maison que Rita emménagea après son mariage avec Paolo Mancini. Elle y demeura jusqu’au jour où elle fut admise à revêtir l’habit de l’Ordre de saint Augustin. C’est à l’intérieur de cette maison qu’est conservé le célèbre tableau qui la représente recevant l’épine: il remonte à la moitié du XVIème siècle et fut commandé par le Cardinal Fausto Poli de Usigni au peintre napolitain Luca Giordano.

Archivi