0%

PELLEGRINI A ROCCAPORENA NELLA SOLENNITÀ DEI SANTI 2014

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Tra i colori autunnali che tingono i monti ed il tiepido sole di novembre numerosi sono stati i pellegrini  giunti  qui a Roccaporena, in particolare nella solennità di Tutti i Santi. Vogliamo segnalare un bel gruppo di Rizzano (TA) accompagnati da padre Pio, il quale gioiosamente scherza sul Santo da Pietralcina, definendosi  «Pio, il piccolo». Un folto gruppo proveniente dall’Isola delle Riunioni (Madagascar), innamorato di Santa Rita e desideroso di conoscere i luoghi dove è vissuta, testimoniando e crescendo nella fede. Vogliamo altresì salutare la gioviale famiglia giunta da Bitonto (BA)  e  guidata da “Nonno Francesco”. «La nostra è sempre stata una famiglia unita», mi racconta il caro progenitore.  «Siamo giunti qui la prima volta 36 anni fa quando una delle mie nipoti, che è qui, rischiava di morire». Quest’ultima, ora mamma anche lei, sorride circondata dall’affetto della sua famiglia, che tra zii, fratelli e cugini, conta circa una quarantina di persone. «Da allora – prosegue la giovane – cerchiamo di venire a Roccaporena ogni anno, tutti insieme, per pregare Santa Rita, alla quale tutti siamo devoti e per trascorrere così alcuni giorni sereni». Guardando i volti sorridenti è facile pensare che la Santa di Roccaporena sia in modo speciale la “santa della famiglia”, famiglia che mai come oggi ha bisogno di essere sostenuta nella sua unità ed integrità. Quell’unità vissuta quotidianamente con la forza della fede e della quale Santa Rita è una grande testimone. Sempre nella solennità dei Santi, pellegrina tra i pellegrini, è giunta tra noi la nota attrice Sandra Milo: ha testimoniato il suo affetto alla Santa raccontando come da bambina, nel clima di guerra, fu colpita da un forte dolore alle orecchie causato dal freddo. Qualcuno le disse di pregare Santa Rita; così fece, ed ottenne la guarigione. «Non conoscevo chi fosse questa Santa – racconta la Milo visibilmente commossa – ma da allora sono rimasta, in qualche modo, legate a lei. Sono andata diverse volte a Cascia, ma qui a Roccaporena è la prima volta e la cosa mi commuove molto. Sono sensazioni profonde, sento una grande apertura del cuore». È vero, stare vicino ai Santi aiuta ad essere felici in quanto ci parlano di Dio che è l’eterna felicità.

Suor Stella Lepore

Gruppo da Bitonto Gruppo dal Brasile Gruppo dal Madacascar Gruppo di Verona

Archivi