Domenica delle Palme: molti pellegrini dal nord Italia a Roccaporena

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

 

Gruppo di Colorno (Parma)Un sole delicato, oltre le rade nubi, ed il canto festoso degli uccelli ritornati dopo il lungo inverno hanno reso più gioiosa la Domenica delle Palme a Roccaporena.

Numerosi sono stati i pellegrini giunti in visita, specie dal Nord Italia, mossi tutti da una profonda speranza interiore. Ognuno con i propri perchè, con le proprie domande e i propri desideri.

«Mi ha colpito molto la fede di S. Rita», dice Sandra da Treviso. «Una fede che le ha fatto superare il rifiuto del monastero». «Per me – si esprime Liliana in un caldo dialetto veneto – S. Rita è stata forte nel pregare per convertire il marito…». Gli occhi si riempiono di lacrime: è un’invocazione di aiuto silenziosa.

E poi il gruppo di Pavia che vanta una forte devozione a S. Rita, venerata particolarmente nella Basilica in Ciel d’oro, dove si custodisce l’Arca di S. Agostino con i suoi resti mortali. Tra il gruppo di donne che mi circonda per raccontarmi il loro affetto a S. Rita, Simone sorride discreto e mi dice quasi di sfuggita: «Sono qui per ringraziare la Santa, ero in coma per un grave incidente ed ora…eccomi». Segni di una vita cristiana che non è assopita, ma che nel silenzio si espande e fruttifica. Patrizia ed Elisa scendono a piedi nudi dallo Scoglio, recitando il Rosario: è un atto di devozione che mette in evidenza la fede nel Signore e nella Sua Santissima Madre. «Solo la Madonna può capire il dolore che ho vissuto», racconta Patrizia con gli occhi lucidi di commozione. «Elisa, mia figlia, aveva dieci anni e stava morendo di leucemia. Per intercessione della Madonna e di S. Rita è ancoraGruppo di Pavia viva». Elisa, una splendida ragazza dagli occhi dolci e profondi, sorride  accanto alla mamma, quasi a custodire un misterioso segreto di quell’amore che l’ha visitata ridonandole la vita. «La vita è una cosa troppo bella – continua Patrizia – bisogna assaporarla tutti i giorni, attimo per attimo».

 

Pellegrini che salgono allo Scoglio, pellegrini che scendono, volti che s’incrociano, preghiere che si stendono fiduciose lungo le stazioni della Via Crucis. C’è chi allo Scoglio sale per affidare a S. Rita il proprio futuro di sposa e di madre; è il caso delle “ ragazze del lunedì”, un gruppo di giovani di Assisi che si ritrovano ogni lunedì insieme per recitare il Santo Rosario ed affidare alla Madonna il proprio futuro. «Io ho avuto – testimonia Michela – una forte conversione alla Porziuncola di S. Maria degli Angeli; ho compreso il valore della preghiera, del Vangelo e da amante delle discoteche sono diventata amante della preghiera». «Vogliamo pregare perchè la Madonna e S. Rita ci aiutino a trovare l’uomo giusto per noi», dice Valentina, un volto sorridente e sereno incorniciato da una folta Ragazze pellegrine il 14 aprile 2014capigliatura nera. Le ragazze hanno recitato questa preghiera scritta da loro nella chiesa di S. Montano dove S. Rita si è sposata:

O Buon Gesù,

il mondo non ci mostra troppi buoni esempi ed i valori semplici della vita si sono nascosti dietro a tanta confusione.

Insegnaci, per intercessione del Cuore immacolato di Maria e con il cuore di donna di Santa Rita, di capire quale sposo hai scelto per noi e sopra ad ogni cosa insegnaci ad amare veramente.

Donaci la Tua forza per combattere lo sconforto e la certezza che l’Amore può ottenere tutto.

Donaci la pazienza e la perseveranza per superare le prove nei momenti bui.

Donaci finalmente di avere famiglie unite che siano per Te motivo di vanto.

Che il nostro angelo custode ci guidi potente lungo la strada che porta alla vera felicità.

 

Gioia, speranza, fede, tradizione, s’intrecciano in una rete che lega il cielo alla terra, confermando la presenza di quella grande Misericordia che mai ci abbandona.

 

Suor Stella Lepore, SFm

Archivi
FESTA DELLA ROSA E DELLE RITE

Sabato 23 e domenica 24 giugno 2018 a Roccaporena celebreremo la Festa della Rosa e delle Rite. Vi aspettiamo numerosi! Come solito, le donne che portano

GIORNATA DEI FIGLI IN CIELO, 8 APRILE 2018

Domenica 8 aprile 2018 – dopo la giornata dedicata ai “Genitori dei figli in cielo” a Roccaporena di Cascia in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia

Festa della Rosa e delle Rite

Il 24 e il 25 giugno grande festa a Roccaporena per celebrare tutte coloro che si chiamano Rita, come la Santa di Cascia, e la rosa,

PELLEGRINI A ROCCAPORENA IN UN CLIMA PASQUALE

Con il sole che ci ha beneficati dei suoi caldi raggi primaverili ed una natura che dopo l’inverno particolarmente difficile sembra finalmente rallegrarsi, sono giunti a