Roccaporena, l'Opera sorta
nel nome di Rita

Santa Rita

L’opera di S.Rita

Il consiglio

Il “Santuario di Santa Rita” in Roccaporena di Cascia, eretto con decreto del Vescovo di Norcia in data 28 gennaio 1948, civilmente riconosciuto con Decreto del Capo provvisorio dello Stato in data 6 dicembre 1947, n. 1698, e approvato da S.S. Pio XII con Decreto della Sacra Congregazione del Concilio il 27 aprile 1957, è persona giuridica pubblica nell’ordinamento canonico ed ente ecclesiastico nell’ordinamento giuridico italiano. Esso ha sede in Roccaporena di Cascia (Perugia). Il Santuario, avvalendosi dell’annessa “Opera di Santa Rita” in Roccaporena, promuove: il culto e la devozione a S. Rita, le opere di carità e assistenza, di educazione e formazione cristiana. Il Santuario è amministrato dal sacerdote Rettore che si avvale di un Consiglio di Amministrazione composto (oltre al Rettore) da nove membri, sacerdoti e laici. L’attuale Consiglio è così composto:

  • Mons. Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto-Norcia, Presidente del Consiglio;
  • Mons. Luigi Piccioli, Vicario Generale dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia;
  • Don Sem Fioretti, Vicario episcopale per l’amministrazione dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia;
  • Don Canzio Scarabottini, Pro-Rettore del Santuario di Roccaporena;
  • Dott.ssa Maria Antonella Proietti, Direttore dell’Ufficio Amministrativo dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia;
  • Dott. Carlo Cinotti, Dottore Commercialista;
  • Rag. Sauro Cardini, Presidente dell’Istituto Sostentamento del Clero dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia;
  • Dott. Francesco Carlini, Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia.
  • Geom. Simone Desantis, Economo del Santuario di Roccaporena, Segretario del Consiglio.